Nessun rischio e PrEP

Cosa significa nessun rischio di trasmissione HIV? (da drgay.ch)

Preservativo
Il preservativo continua a offrire la protezione più economica. E funziona, purché venga utilizzato nel modo corretto. Alcuni uomini non amano tuttavia usare i preservativi per vari motivi: problemi di erezione, amore, consumo di droghe (chemsex o alcool). A volte il preservativo viene semplicemente dimenticato o ignorato. Va tuttavia sottolineato che chi utilizza il preservativo pratica sesso sicuro.

PrEP
L’assunzione di farmaci per proteggersi dall’HIV è chiamata PrEP (profilassi pre-esposizione). È scientificamente documentato che una PrEP è almeno altrettanto efficace del preservativo per proteggersi da un’infezione da HIV. L’importante è che la PrEP venga assunta sotto la supervisione di un medico, anche se i farmaci sono stati acquistati in Internet. Prima di ogni PrEP occorre fare un test che confermi la propria sieronegatività. In caso di sieropositività un trattamento temporaneo potrebbe infatti favorire la formazione di resistenze contro i farmaci antiretrovirali. Anche in questo caso è chiaro: chi assume una PrEP pratica sesso sicuro. Attualmente sono disponibili tre tipi di assunzione:

PrEP prolungata
L’assunzione inizia sette giorni prima del primo rapporto sessuale senza preservativo. Il farmaco viene quindi assunto per il periodo di tempo prescelto. Quando è chiaro che si desidera smettere la PrEP, occorre prendere i farmaci per altri sette giorni prima di interromperne l’assunzione. Ognuno sceglie la durata dell’assunzione (ad eccezione dei primi e ultimi sette giorni del ciclo); si può scegliere di assumere i farmaci ad esempio durante un periodo particolarmente attivo sessualmente, una lunga vacanza o per tutta la vita.

Holiday-PrEP
Funziona come la PrEP prolungata e si presta in particolare per una vacanza, una crociera gay, ecc. Anche in questo caso occorre iniziare sette giorni prima dei primi rapporti sessuali e proseguire l’assunzione per altri sette giorni dopo la fine della vacanza, del fine settimana prolungato, ecc. Anche in questo caso occorre fare un test che confermi la sieronegatività e l’assunzione deve essere effettuata sotto la supervisione di un medico.

OnDemand-PrEP
Un fine settimana a Parigi, Berlino o Sitges? In questi casi l’OnDemand-PrEP è quella giusta. 24 ore prima del primo rapporto sessuale vanno assunte due compresse, in seguito una compressa ogni giorno alla stessa ora (MOLTO IMPORTANTE!). Dopo l’ultimo rapporto sessuale bisogna assumere una compressa per altri due giorni. Anche in questo caso occorre fare un test che confermi la sieronegatività e consultare un medico.

Attenzione:
Durante le feste chemsex (sesso di gruppo con droghe) può succedere che la festa duri 24 ore e anche di più. Può essere difficile ricordarsi dell’ora precisa in cui si deve assumere il farmaco. In questo caso, una Holiday-PrEP o una PrEP prolungata può essere più efficace poiché in tal modo il livello del farmaco nel sangue è più elevato e costante. Chiedi in ogni caso una consulenza. I consulenti e i medici di Checkpoint sono lieti di aiutarti.

Per concludere: una PrEP protegge unicamente la persona che la assume. Se non segui nessuna PrEP e fai sesso con qualcuno di cui non conosci lo stato sierologico, il preservativo è lo strumento di protezione da scegliere.

#undetectable:
Le persone sieropositive con una carica virale durevolmente al disotto ella soglia di rilevabilità non trasmettono più l’HIV per via sessuale. Se assumono i loro farmaci regolarmente e fanno controllare i loro valori periodicamente da un medico, possono rinunciare all’uso del preservativo. Maggiori dettagli su #undetectable. Chi fa sesso senza preservativo e senza PrEP con una persona sieropositiva che segue una terapia efficace, pratica sesso sicuro.

Senza scopare Non a tutti gli uomini piace scopare. Baciare, leccare, sesso orale o masturbarsi sono pratiche sessuali appaganti. Chi fa sesso senza scopare pratica il sesso sicuro.

Rapporto esclusivo Nel caso di rapporti sessuali in una relazione esclusiva in cui entrambe le parti sono sieronegative, un’infezione da HIV è da escludere. L’importante è parlare sempre apertamente sugli accordi presi nella coppia. Chi fa sesso in una relazione esclusiva pratica il sesso sicuro.

Conclusione:

Nessun rischio:

  • penetrazione con preservativo
  • mai sperma o sangue in bocca
  • sesso con PrEP
  • sesso in una relazione esclusiva se entrambi i partner sono sieronegativi oppure se il partner sieropositivo è in trattamento e la sua carica virale risulta non rilevabile da almeno sei mesi