Gay: lacci arcobaleno contro omofobia, mondo sport scende in campo – Adnkronos

0

Gay: lacci arcobaleno contro omofobia, mondo sport scende in campo – Adnkronos.

Lacci arcobaleno nelle competizioni sportive per dire no all’omofobia. E’ l’iniziativa lanciata da Paddy Power insieme alle associazioni ArciLesbica e Arcigay. ‘Cambiamo gli schemi – #allaciamoli’, è lo slogan scelto per la seconda edizione della campagna di sensibilizzazione contro omofobia e lesbofobia, lanciata dal bookmaker irlandese, promossa dal Presidente Assemblea Capitolina Valeria Baglio e presentata oggi nella sala Protomoteca in Campidoglio alla presenza del sindaco di Roma, Ignazio Marino.

“Questa amministrazione ha voluto fin da subito dare segnali diversi dal passato. Roma deve essere all’altezza della sua storia di città accogliente dove tutti si devono sentire a casa e devono percepire di avere gli stessi diritti”, ha evidenziato il primo cittadino della Capitale. L’hashtag dello slogan è un invito a scendere in campo contro le discriminazioni rivolto agli atleti di tutti gli sport con un semplice gesto: indossare i lacci color arcobaleno.

“Abbiamo voluto riconoscere il gesto di amore dei matrimoni gay celebrati all’estero con i registri delle unioni civili -ha sottolineato Marino e anche lo sport può lanciare un messaggio di partecipazione e democrazia. Lo sport ci accomuna, ci unisce, ci rende tutti uguali. Gli sportivi, dalla nostra città, oggi possono lanciare un messaggio di grande positività e trasparenza”. La campagna si articolerà per una settimana (dal 23 febbraio al 2 marzo) con l’obiettivo di coinvolgere campioni e campionesse del mondo di calcio, basket, rugby, football americano e pallavolo. Tra gli ambasciatori ufficiali c’è anche il calciatore della Roma Radja Nainggolan, che indosserà i lacci arcobaleno nel match di campionato contro la Juventus.

Le leghe dei vari campionati riceveranno i lacci arcobaleno da indossare durante le competizioni del prossimo weekend. Paddy Power ha inoltre annunciato che sarà costituito un Osservatorio sull’omofobia nello sport al fine di promuovere studi e ricerche sul tema e diffondere un codice etico, incentivando tutto il mondo dello sport ad aderirvi.

Tra i testimonial della campagna presenti oggi in Campidoglio vi erano anche gli atleti della nazionale italiana di beach volley e i giocatori della Legio XIII Roma ASD, squadra di football americano. “Lo sport può dare un contributo enorme alla battaglia contro le discriminazioni”, ha affermato l’on. Valeria Baglio, presidente dell’Assemblea capitolina.

Lascia un commento